Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo
N° Verde Prenotazioni (rete fissa) 800.638638 | Centralino 0382.5011 YouTube
cerca nel sito
Menu Donazioni
In primo piano

ARCAINI E DI SABATINO NUOVI DIRETTORI DI EMATOLOGIA E MEDICINA I

(Pavia, 19 ottobre 2017) - Nominati, al San Matteo, i nuovi direttori delle strutture di Ematologia e Medicina Generale I: sostituiscono, rispettivamente, Mario Cazzola e Gino Roberto Corazza, andati in pensione il 30 settembre scorso. Sono Luca Arcaini e Antonio Di Sabatino, entrambi Professori Associati presso l’Ateneo di Pavia: di Ematologia, il primo, di Medicina Interna, il secondo.
 
Sono stati incaricati dal Direttore Generale Nunzio Del Sorbo e hanno preso servizio, come primari, lunedì 16 ottobre “al fine di garantire la massima continuità assistenziale direttiva delle due strutture”, afferma Del Sorbo.
 
Luca Arcaini, nuovo direttore di Ematologia, si è laureato e specializzato presso l’Università di Pavia. Svolge attività clinico-assistenziale al Policlinico da quasi un quindicennio e interamente in ambito ematologico. Nel campo dell’ematologia oncologica si è interessato, in special modo, alla diagnosi e alla terapia dei linfomi e ai trattamenti immuno-chemioterapici innovativi.
 
Luca Arcaini è significativamente impegnato anche nell’attività scientifica: il suo principale campo di ricerca è quello delle neoplasie del sistema linfatico, ma ha collaborato anche a studi clinici e biologici sul mieloma e le neoplasie mieloproliferative.
Corpose le sue collaborazioni scientifiche internazionali: fra l’altro con il Dana-Farber Cancer Institute di Boston, la Stanford University School o Medicine, e l’Hopital Saint Luis di Parigi.
 
Antonio Di Sabatino, Direttore della Medicina Generale I, si è laureato e specializzato in Medicina Interna, all’Università Cattolica di Roma. Il neo primario svolge attività di ricerca al Policlinico dal 2002 e clinico assistenziale presso Medicina I dal 2008. Da allora ad oggi ha coordinato, fra l’altro, l’attività del Centro per lo studio e la cura delle malattie infiammatorie croniche intestinali, che lui stesso ha fondato.
 
Di Sabatino è leader di ricerche di rilevante interesse nazionale; fra esse quella focalizzata sulla patogenesi delle malattie infiammatorie croniche intestinali e sui meccanismi molecolari alla base del funzionamento dei nuovi farmaci biologici per il trattamento di queste malattie, oltre che sulla patogenesi della malattia celiaca e l’identificazione di terapie alternative alla dieta priva di glutine.
 
Importante la sua attività di collaborazione didattica internazionale: vale la pena ricordare quella con la Division of Medicine dell’University College of London.

“I due neo Direttori, che ho avuto occasione di conoscere e apprezzare nel corso dei 21 mesi della mia Direzione, sono professionisti di alto livello e profilo scientifico”, spiega il DG Nunzio Del Sorbo. “Sono chiamati a consolidare e a sviluppare l’eccellenza delle due strutture: sono certo - aggiunge - che risponderanno completamente alle nostre attese”. 

 STAMPA
  •  
     
  •  
 
Data ultimo aggiornamento: 20/10/2017