Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo
N° Verde Prenotazioni (rete fissa) 800.638638 | Centralino 0382.5011 YouTube
cerca nel sito
Menu Donazioni
In primo piano

Prestigioso riconoscimento a Mario Umberto Mondelli

(Pavia, 2 marzo 2018) - EASL, l’autorevole Associazione Europea per lo Studio del Fegato, ha assegnato il suo annuale premio a Mario Umberto Mondelli, Direttore della Struttura di Malattie Infettive e Immunologia del San Matteo. Il riconoscimento va ogni anno a coloro che hanno segnato o contribuito alla la storia dell’epatologia,
Il premio gli sarà consegnato a Parigi, il prossimo aprile, nel corso dell’International Liver Congress, il meeting annuale più importante a livello internazionale, che EASL organizza per fare il punto sulla ricerca epatica nel mondo e sulle innovazioni della pratica clinica dei disturbi del fegato.
Dal 2006 ad oggi il riconoscimento è stato dato solo a cinque scienziati italiani.
      
Mario Umberto Mondelli
Mario U Mondelli è professore di Malattie infettive all'Università di Pavia e responsabile della Struttura di Malattie Infettive II – Infettivologia e Immunologia del San Matteo.
Dopo essersi laureato in Medicina, nel 1978, all'Università di Milano, ha trascorso 4 anni a Londra come ricercatore e cancelliere onorario presso l'Unità del Fegato, il King's College Hospital e negli Stati Uniti, dove ha lavorato come ricercatore e ricercatore Associato per più di 2 anni presso lo Scripps Research Institute.
La sua attività di ricerca nel corso degli anni è stata caratterizzata da un forte coinvolgimento personale nelle scienze di laboratorio, insieme alla gestione clinica dei pazienti, passando dal banco al letto e ritorno ancora. Il Prof. Mondelli ha una lunga tradizione di ricerca traslazionale sulle risposte immunitarie ai virus dell'epatite.
La struttura di Malattie Infettive II – Infettivologia e Immunologia
Attività clinica
·         Trattamento convenzionale e sperimentale ambulatoriale e in regime di day-hospital di tutte le patologie del fegato: virali, autoimmuni, genetiche e metaboliche.
·         Trattamento di tutte le patologie epatiche avanzate (cirrosi e sue complicanze) in regime di degenza ordinaria.
Aree di eccellenza
·         Sede della Presidenza dell'Associazione Internazionale per lo Studio del Fegato ( International Association for the Study of the Liver, IASL )
·         Sede della Presidenza della Sezione di Malattie Infettive dell'Unione Europea dei Medici Specialisti ( UEMS )
·         Task Force Regionale per la cura delle crioglobulinemie.
·         Coordinamento di studi clinici nazionali ed internazionali su nuovi farmaci per le epatiti virali.
Le principali patrologie seguite
·                                 Epatiti virali acute e croniche
·                                 Epatiti autoimmuni
·                                 Colangite sclerosante primitiva
·                                 Cirrosi biliare primitiva
·                                 Emocromatosi genetica e secondaria
·                                 Itteri familiari
·                                 Morbo di Wilson
·                                 Steatoepatite non alcolica (NASH)
·                                 Epatiti tossico-metaboliche
·                                 Cirrosi epatica compensata e scompensata
·                                 Complicanze della cirrosi
·                                 Follow-up del paziente trapiantato di fegato

(Nella foto, a sinistra, il Direttore Generale del San Matteo Nunzio Del Sorbo e a, destra, Maio Mondelli)

 STAMPA
  •  
     
  •  
 
Data ultimo aggiornamento: 02/03/2018