Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo
N° Verde Prenotazioni (rete fissa) 800.638638 | Centralino 0382.5011 YouTube
cerca nel sito
Menu Donazioni
Seconda Specializzazione

Seconda Specializzazione

MALATTIE INTERNISTICHE AD ALTA COMPLESSITÀ BIOMEDICA E TECNOLOGICA
La programmazione punta sull’integrazione interdisciplinare: programmi innovativi e implementazione dei programmi già consolidati che rispondano alle crescenti richieste assistenziali per malattie complesse la cui gestione richiede l’integrazione di specifico expertise clinico e molecolare. Sono attive le seguenti linee di ricerca:

LINEA 6 - MALATTIE CRONICHE SU BASE IMMUNITARIA E IMMUNOINFETTIVA. IMMUNOTERAPIA.
Saranno studiate sul piano clinico (diagnostico e terapeutico) e patogenetico alcune malattie croniche a base indefinita o solo parzialmente chiarita, spesso multifattoriale con componenti sia esogene (infezioni, allergeni) che endogene (alterata risposta immunitaria e infiammatoria, autoimmunità) che compromettono le funzioni respiratorie (pneumopatie croniche), digestive (malattie infiammatorie croniche dell’intestino, celiachia, gastriti croniche), renali (nefropatie croniche) o epatiche, con particolare riferimento ai bersagli terapeutici passibili di arrestare la progressione della malattia verso l’insufficienza severa (e, conseguentemente, il trapianto). In particolare, si valuterà l’efficacia di un vaccino costituito da proteine dell’envelope di HCV nella terapia dell’epatite e dell’interleuchina-2 come immunomodulante nei pazienti non responders alla terapia antivirale attuale. Verrà condotta inoltre un’ampia analisi di sequenze di HCV in pazienti con crioglobulinemia mista mediante modelli bioinformatici che consentiranno di valutare se esistono motivi virali specifici per questa patologia associata ad epatite cronica C. Nell’ambito di patologie autoimmuni e/o infiammatorie croniche si valuterà l’effetto di nuovi farmaci nella terapia dell’artrite reumatoide e della polimialgia reumatica. Si continueranno gli studi di immunopatogenesi della malattia celiaca e delle malattie infiammatorie intestinali croniche, con specifico riferimento alla immunologia mucosale e cellulare e ai relativi approcci diagnostici e terapeutici.

LINEA 7 - MALATTIE DA ALTERATA CONFORMAZIONE ED ESPRESSIONE PROTEICA.
Il Policlinico San Matteo ha allestito nel 2005 un laboratorio di proteomica allo stato dell’arte che consente un approccio completo allo studio delle proteine e peptidi dei liquidi biologici e dei tessuti patologici. Saranno sviluppate ricerche volte a definire profili proteici per a) la predizione di rigetto di organi trapiantati; b) la valutazione del danno renale e della risposta alla terapia delle nefropatie; c) la diagnostica e follow-up di varie cardiomiopatie; d) lo stato del proteoma plasmatico, con particolare riguardo alle apolipoproteine, nel diabete di tipo 2 e nell’aterosclerosi; e) l’assetto proteomico dei tessuti sede di amiloide per individuare i meccanismi di danno funzionale e possibili nuove terapie. f) l’individuazione di nuove molecole per l’imaging e la prevenzione dei depositi di amiloide sistemici e cerebrali; g) la ricerca di marcatori precoci di patologie proliferative. La diagnostica molecolare sia genomica che proteomica, verrà applicata come strumento indispensabile per la cura di patologie ad alta complessità e per il disegno personalizzato della relativa terapia.

LINEA 6 - TERAPIE AD ALTA DOMANDA TECNOLOGICA: ORGANI ARTIFICIALI; INTERVENTISTICA MINIINVASIVA O ROBOTIZZATA; APPLICAZIONI MEDICHE DELLE PARTICELLE AD ALTA ENERGIA.
In campo cardiochirurgico è previsto l’ulteriore sviluppo degli approcci robotico e miniinvasivo, nonchè l’applicazione dell’intero spettro di “cuore artificiale” oggi disponibile (incluso il Lion Heart). Si ricercherà l’ottimizzazione delle procedure trapiantologiche classiche e delle terapie alternative al trapianto, sia in campo toracico che addominale, e l’ulteriore sviluppo di programmi terapeutici dedicati all’ipertensione polmonare (trapianto nelle forme plessogeniche e tromboendoarteriectomia polmonare nelle forme tromboemboliche croniche, mentre resta da ottimizzare il problema gestionale delle forme distali). Di grande impatto terapeutico su scala nazionale e internazionale sarà l’attivazione operativa, prevista per il 2008, del Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (CNAO) ora in costruzione a Pavia, frutto della collaborazione di 5 IRCCS, tra cui il Policlinico San Matteo.

LINEA 9 - VALUTAZIONE DIAGNOSTICA, PROGNOSTICA E TERAPEUTICA INTEGRATA E GESTIONE INTERDISCIPLINARE DI MALATTIE AD ALTA COMPLESSITÀ BIOMEDICA
Le malattie rare, genetiche e ad alta complessità biomedica essendo spesso ad espressione multiorgano, richiedono un approccio integrato di numerosi specialisti e il coordinamento di reti collaborative a livello nazionale ed europeo, già in parte operative nel nostro Policlinico. E’ previsto: a) lo sviluppo e validazione di un sistema informatico finalizzato alla raccolta multicentrica e gestione condivisa dei dati clinici e b) l’allestimento di un data-base bibliografico interattivo e costantemente aggiornato per implementare la diffusione delle conoscenze sulle malattie rare, integrato da protocolli diagnostici e terapeutici. Continuerà come attività rilevante dell’IRCCS la ricerca nell’ambito delle linee guida per la pratica medica delle malattie complesse. Ricercatori dell’IRCCS sono da anni impegnati in progetti nazionali o internazionali di produzione di linee guida nell’ambito di Società Scientifiche Italiane (es. Società Italiana di Ematologia) o Europee (es. European Heart Association), con il ruolo sia di coordinatori di progetto sia di membri della giuria di esperti. Continuerà anche l’attività di disegno, implementazione e partecipazione a trials clinici, particolarmente per malattie cardiovascolari, infettive, immunitarie, ematologiche ed oncoematologiche.
 

 
 STAMPA
  •  
     
  •  
 
Data ultimo aggiornamento: 19/10/2010