Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo
N° Verde Prenotazioni (rete fissa) 800.638638 | Centralino 0382.5011 YouTube
cerca nel sito
Menu Donazioni
In primo piano

In primo piano

16/03/2020 -  SOLETERRE e CORONAVIRUS - Supporto psicologico per operatori e familiari

Fondazione Soleterre, associazione che dal 2012 collabora con la Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, mette a disposizione i propri psicologi, normalmente attivi nel reparto di onco-ematologia pediatrica del San Matteo, anche per i reparti coinvolti nella gestione dell’emergenza coronavirus.
Per questo, Soleterre ha aggiunto al proprio team 10 nuovi psicologi per assistere pazienti, familiari e operatori impegnati ogni giorno nell’emergenza covid-19 nei reparti di rianimazione, pronto soccorso e malattie infettive del San Matteo di Pavia.

Pubblicazione: 16/03/2020

 

10/03/2020 -  Dona per la lotta al Coronavirus

Se desideri sostenerci, anche con un piccolo contributo, in questa situazione di emergenza, puoi aiutarci anche tu a fronteggiare il Coronavirus facendo una donazione alla Fondazione seguendo queste modalità

Pubblicazione: 10/03/2020

 

10/03/2020 -  CORONAVIRUS: Fermiamolo insieme!

Se non sei prudente, rischi il contagio. Fermare la diffusione del coronavirus dipende da tutti, anche da te: è sufficiente seguire alcune semplici regole di base e aiutarci a diffonderle. La Regione Lombardia ha promosso ...

Pubblicazione: 10/03/2020

 

09/03/2020 -  Coronavirus, aggiornamenti ed avvisi

Temporanea sospensione attività libero-professionale (ottemperanza DGR Lombardia XI/2906 del 08/03/2020)

In ottemperanza alla D.G.R. della Lombardia n. XI/2906 del 08/03/2020, la Fondazione  sospende temporaneamente lo svolgimento dell'attività libero professionale  in qualsiasi forma esercitata (ivi compresa quindi la c.d. intra-moenia allargata presso gli studi privati dei professionisti collegati in rete), fino a nuove disposizioni.

Comunicato relativo a sospensione di congressi, convegni, meeting

Ai sensi dell’articolo 1, lett. a) del DPCM 04/03/2020 si comunica che sono sospesi i congressi, i meeting e gli eventi sociali in cui è coinvolto personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità; è altresì differita a data successiva al 3 aprile 2020 ogni altra attività convegnistica o congressuale. 
Sono altresì sospese le autorizzazioni a incarichi extraistituzionali di cui all’articolo 53 del D.Lgs n. 165/2001 ss.mm.ii., fatte salve le autorizzazioni per la partecipazione a procedure concorsuali.

Comunicato relativo alle visite

 In ottemperanza a quanto disposto dal D.P.C.M. 8 marzo 2020, al fine di prevenire possibili trasmissioni di infezione, si invitano i Direttori delle Unità Operative con reparti di degenza a garantire il rigoroso rispetto degli orari di visita già definiti, limitando l’accesso di visitatori/parenti ad una sola unità. per paziente per l’intera durata del periodo di visita, fatta salva la necessità di escludere coloro che manifestano sintomi e segni riferibili a patologie respiratorie in atto. 
Sempre nell'ottica di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, l'accesso di qualsiasi altra tipologia di visitatori e/o personale dell'Istituto sarà consentito solo se strettamente necessario così come prevedono le disposizioni di emergenza.
E' fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso (DEA/PS.).

Obbligo di comunicazione agli organi competenti – Utenza a rischio

Ai sensi dell’articolo 1, lett. m) del D.P.C.M. 8 marzo 2020, si comunica che chiunque, a partire dal quattordicesimo giorno antecedente la data di pubblicazione del decreto (8 marzo 2020), abbia fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, o sia transitato o abbia sostato nei comuni di cui alla “Zona rossa” deve comunicare tale circostanza al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio nonché al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta.

Comunicato al personale ed all’utenza

Sulla base di quanto disposto dall’articolo 1, lett. b), del D.P.C.M. 8 marzo 2020, ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) è fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante.

***************************************************************************************************************************

Coloro che riscontrano sintomi influenzali o problemi respiratori non devono recarsi in Pronto Soccorso, ma devono chiamare il numero unico per la Lombardia 800894545 che valuterà ogni singola situazione e spiegherà cosa fare.

 

Pubblicazione: 09/03/2020