Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo
N° Verde Prenotazioni (rete fissa) 800.638638 | Centralino 0382.5011 YouTube
cerca nel sito
Menu Donazioni
Assistenza religiosa

Servizio religioso

Il servizio di assistenza religiosa è assicurato dalla presenza stabile di quattro Cappellani, Sacerdoti cattolici appartenenti all'Ordine religioso dei Camilliani, residenti all'interno dell'Ospedale. Al San Matteo è presente anche il Consiglio Pastorale formato da rappresentanti delle varie categorie di persone che vi lavorano (dirigenti, medici, infermieri, amministrativi, universitari, ecc..) che esprime la corresponsabilità ecclesiale dell'azione pastorale nell'Ospedale.

I Cappellani, con l'aiuto delle suore della Provvidenza e dei volontari pastorali, visitano con regolarità i malati e sono reperibili giorno e notte per le chiamate urgenti. I ministri di altre confessioni religiose potranno essere richiesti dai malati o dai loro familiari tramite i caposala o i Cappellani che provvederanno a fissare l'incontro.


Celebrazione Santa Messa
Chiesa San Matteo:
feriali 7.15 - 19.15
festivi 10.00 – 19.15

Cappella del DEA della Madonna della Salute
presso il nuovo ospedale DEA, piano zero - corpo B:
feriali h.17.30
prefestivi h.17.30
festivi h. 11.00


Visita ai malati

I Cappellani, le suore e i collaboratori laici effettuano con regolarità, prevalentemente nelle ore pomeridiane, la visita ai malati di tutti i reparti. In occasione della visita del Cappellano i malati possono chiedere l'amministrazione dei Sacramenti (Confessione, Comunione, Unzione del malato e Viatico).

Comunione ai malati
Viene portata ai malati che ne fanno richiesta, spontanea ed esplicita, al Cappellano del reparto. Qualora il malato non fosse in grado di comunicare è richiesta la mediazione responsabile dei parenti più prossimi. Per i malati in ospedale Il digiuno eucaristico per accostarsi alla comunione è ridotto, per dispensa pontificia, a un quarto d’ora.


Unzione dei malati

Di norma l'Unzione viene amministrata ai malati che si trovano nelle condizioni di poterla  ricevere e che ne fanno richiesta, spontanea ed esplicita, al Cappellano del reparto.  Qualora il malato non fosse nella condizione di effettuare tale richiesta (es. in stato di incoscienza) per amministrare il Sacramento è necessaria la richiesta dei parenti prossimi che si fanno garanti del volere del malato stesso.


Colloqui individuali
I Cappellani sono a disposizione anche del personale presente in ospedale che desidera un accompagnamento spirituale.

 
 STAMPA
  •  
     
  •  
 
Data ultimo aggiornamento: 26/10/2017