Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo
N° Verde Prenotazioni (rete fissa) 800.638638 | Centralino 0382.5011 YouTube
cerca nel sito
Menu Donazioni
In primo piano

Al San Matteo inaugurata l'elisuperficie

 

Giovedì 10 giugno 2021, alla presenza del Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, è stata inaugurata l’elisuperficie della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia.

Oggi inauguriamo l’elisuperficie che mancava a Pavia da troppo tempo – ha dichiarato il presidente della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia, Alessandro Venturi -. Un’opera estremamente importante non solo per la Città e per la Provincia ma per un territorio ben più ampio. Oggi diamo ai cittadini del sud della Lombardia un servizio in più per l’emergenza e urgenza e questo è un tratto distintivo ed è una vocazione dei grandi ospedali. Oggi il nostro territorio si arricchisce di un servizio importante. E’ l’inizio di una nuova stagione”.
 
La realizzazione dell’elisuperficie nell’area nord della Fondazione si inserisce nel potenziamento della rete ospedaliera dell’emergenza-urgenza di Regione Lombardia - ha spiegato il direttore generale della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia, Carlo Nicora -. Il San Matteo è un presidio ospedaliero di II livello, con un bacino di utenza di circa un milione di abitanti che va ben oltre la provincia di Pavia (Pavia, Lodi, Crema, Melegnano, Cremona), ed è riconosciuto come DEA di II livello”.
 
L’IRCCS Policlinico San Matteo, infatti, è uno degli HUB di riferimento regionale per attività di emergenza-urgenza, con i suoi oltre 102 mila accessi in PS ed i 36 mila ricoveri di cui il 48% in regime di urgenza. E’ uno dei sei “centro traumi di alta specializzazione” in gergo CTS (con Brescia, Bergamo, Monza, Niguarda Milano, Varese), per il trasporto di pazienti in emergenza nelle ore diurne e notturne ma è anche ospedale HUB per la ricettività di tutti i pazienti previsti delle Reti Tempo Dipendenti e di Patologie Lombarde: Trauma maggiore, Trauma mano, STEMI, STROKE, Emorragie digestive, Neonatale con trasporto; oltre ad essere un centro nazionale per i trapianti.
 
L’elisuperficie, utilizzabile dal servizio di elisoccorso di AREU, completa quindi la storia di questo grande istituto aggiungendosi alla struttura ospedaliera, alla tecnologia ed ai professionisti medici, infermieri e tecnici sanitari – ha proseguito Nicora -. I numeri degli ultimi anni sono la riprova del ruolo, conquistato sul campo, del nostro grande ospedale; basti ricordare gli oltre 2200 ricoveri annui di trauma e gli oltre 180 ricoveri annui di trauma maggiore di alta severità che coinvolgono la medicina d’urgenza, neurochirurgia, ortopedia e traumatologia, la rianimazione generale, le diverse attività diagnostiche in urgenza, ma anche la chirurgia, la chirurgia toracica, la chirurgia pediatrica. Sono quindi certo che la nuova elisuperficie operativa da oggi, la ristrutturazione in atto del PS e l’attivazione a settembre del nuovo Dipartimento di Emergenza-Urgenza come strumento gestionale ed organizzativo permetteranno a pieno titolo al San Matteo di essere a disposizione del SSR e Nazionale, rappresentando un punto di riferimento altamente qualificato per gli aspetti clinico-assistenziale ed organizzativ i”.
 
Anche il direttore generale di AREU, Alberto Zoli ha definito l’elisuperficie “un’opera importante che mancava”.
 
E’ un’eccellenza per la città, per la Provincia e per tutta la bassa lombarda – ha commentato il sindaco di Pavia, Fabrizio Fracassi - E’ l’inaugurazione più bella e più importante che si potesse fare”.
 
Il San Matteo è uno dei centri di eccellenza della nostra regione - ha dichiarato il governatore di Regione Lombardia, Attilio Fontana -. È luogo di apprendimento perché sede universitaria e di ricerca in quanto IRCCS, oltre che luogo di cura, perché un grande ospedale. Con questa nuova 'infrastruttura il San Matteo entra a far parte anche del sistema di emergenza-urgenza come hub e, quindi, completa in modo assoluto le sue funzioni e finalità”.
 
***
 
L’opera è stata finanziata da Regione Lombardia per un valore di 1 milione di euro.
I lavori sono iniziati nel giugno 2020 e terminati nel marzo 2021; hanno riguardato una superficie totale di 1135 mq, la realizzazione di una superfice di atterraggio di 490 mq con un diametro di atterraggio di 25 m; con la realizzazione di un rilevato alto circa 4,5 mt rispetto all’attuale piano campagna.
Nel mese di aprile sono stati effettuati tutti i collaudi e a maggio ENAC ha rilasciato l’autorizzazione all’utilizzo.
Dal 10 giugno l’elisuperfice è gestita totalmente da personale del Policlinico San Matteo SM H24 - per gli aspetti organizzativi, di sicurezza, di anticendio con tre ronde giornaliere – e, in caso di volo, col coordinamento tra il centro gestione emergenze del San Matteo e la centrale operativa SOREU Pianura.
 
 
loading...
     
 STAMPA
  •  
 
Data ultimo aggiornamento: 11/06/2021