Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo
N° Verde Prenotazioni (rete fissa) 800.638638 | 02 99.95.99 (da cellulare)
       
Pagamenti dell'amministrazione

Indicatore di tempestività dei pagamenti

L'art. 33 del D. lgs. 33/2013 prevede che in questa pagina sia pubblicato, con cadenza annuale, l'"indicatore di tempestività dei pagamenti", ovvero l'indicatore dei tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture.

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 22 settembre 2014, in merito alla “Definizione degli schemi e delle modalità per la pubblicazione su internet dei dati relativi alle entrate e alla spesa dei bilanci preventivi e consuntivi e dell'indicatore annuale di tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni”, ha definito i criteri per il calcolo dell’indicatore, calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.

L’indicatore di tempestività dei pagamenti rappresenta, pertanto, il ritardo medio di pagamento, ponderato in base all’importo delle fatture, rispetto al termine di 60 giorni dalla data di ricevimento della fattura, fatti salvi i termini di pagamento più brevi per i contratti che lo prevedono.Restano esclusi da tale termine i pagamenti relativi a rapporti in contenzioso e/o contestazione a qualsiasi titolo, regolarmente notificati al fornitore.

 

Anno 2024:

Anno 2023: -30,32

Anno 2022: -16,06

Anno 2021: -16,00

Anno 2020: -13,28

Anno 2019: -7,31

Anno 2018: -5,38

Anno 2017: 14,48

Anno 2016: 8,18

Anno 2015: 17,65

Anno 2014: 27,26

Data ultimo aggiornamento: 15/05/2024